Articolo: HFT e illiquidita’ nei mercati: “La Normalizzazione della Devianza” – Parte 4 (Italian Language)

Con questo articolo continuo la serie dedicata all’High Frequency Trading (HFT) e al Program Trading, dai quali derivo il mio vantaggio nel trading (edge). Nei precedenti articoli ho spiegato brevemente cosa siano l’HFT e il program trading. Quindi ho spiegato come il Program Trading fa una differenza nel mio trading e, infine, due settimane fa ho iniziato una nuova serie relativa all’illiquidita’ prodotta dalla presenza di HFT. L’HFT e’ davvero pericoloso per la salute dei mercati. Qui sotto la lista degli articoli pubblicati, in questo ambito, sino ad ora:

Nell’ultima parte della mia serie intitolata HFT e illiquidita’ nei mercati (parte 3) ho analizzato in maggiore dettaglio i cicli di feedback che sono alla base dell’instabilita’ nei mercati provocate dall’HFT. Questa settimana concludo la serie analizzando il processo sociale noto come normalizzazione della devianza e quali sono i suoi effetti sulla stabilita’ di mercato.

‘Alcuni ricercatori propongono che il “Flash Crash”, un evento presentatosi nei mercati finanziari americani il 6 maggio 2010, sia in effetti un’istanza di un cosidetto “fallimento o guasto normale”. Questi fallimenti sono stati gia’ identificati nei sistemi ingegnerizzati complessi e si tratta di importatii guasti di sistema che diventano quasi certi quando la complessita’ e l’interconnettivita’ del sistema cresce. Esempi passati di guasti normali includono gli incidenti che hanno bloccato l‘Apollo 13, gli incidenti che hanno provocato le esplosioni a Three Mile Island e Chernobyl, e le perdite dei due space-shuttle americani Challenger e Columbia.

I ricercatori sostengono che tali guasti di sistema, critici nei mercati finanziari sia su scala nazionale che globale, sono molto probabili in futuro, a meno che non siano intraprese azioni appropriate. Il fattore chiave di questa credenza e’ la tendenza umana nell’intraprendere un processo chiamato “normalizzazione della devianza“. Come spiegare in modo semplice questo concetto? Supponiamo che abbiano luogo degli eventi devianti che in precedenza sono stati sempre ritenuti capaci di portare ad un fallimentare disastro. Quando questi eventi si presentano ed in effetti nessun disastro ha luogo, c’e’ una tendenza a rivisitare l’opinione comune dei pericoli posti dall’evento deviante, assumendo che in effetti sia invece un evento normale. In questo modo l’evento deviante diventa “normalizzato“.

Il fatto che nessun effetto disastroso si sia mai presentato e’ assunto ad evidenza che nessun disastro e’ possibile o probabile se le medesime circostanze dovessero ripresentarsi in futuro. Questa linea di pensiero e’ errata, ma la sua erroneita’ e’ solamente dimostrata quando un disastro si presenta, confermando la valutazione originaria del pericolo posto dall’evento deviante.

In reazione al “Flash Crash” le borse mondiali hanno serrato i meccanismi di interruzione di circuito (circuit breakers). Tuttavia questi meccanismi presenti nelle maggiori borse mondiali non sono tra loro armonizzati, esponendo cosi opportunita’ di arbitraggio per lo sfruttamento delle differenze. Inoltre, i sistemi computerizzati e di telecomunicazione possono ancora presentare guasti, o essere sabotati da quanti si oppongono al sistema dei mercati e del capitale, e gli effetti sistemici di malfunzionamenti e guasti potrebbero non essere stati completamente sviscerati.

Gli interruttori di circuito introdotti certamente aiuteranno a gestire eventi avversi. Ma non ci sono garanzie che un altro evento, altrettanto straordinario, severo e veloce (o addirittura piu’ veloce) del Flash Crash non possa accadere in futuro. La normalizzazione della devianza puo’ essere un processo con profonde ramificazioni e perverso. Gli enti regolatori non hanno la fiducia degli operatori perche’ non sono stati in grado di prevedere e mitigare le cause della crisi dei mutui subprime americani e il prossimo fallimento del mercato potrebbe anche avere le proprie radici in altri aspetti del sistema, ad esempio un guasto nella tecnologia che presenta dei rischi e che, come per il Flash Crash, non ha chiari e noti precedenti.

I pericoli posti dalla normalizzazione della devianza e dai guasti normali sono inoltre amplificati nei mercati finanziari globali che sono abilitati dalla tecnologia e cio’ si verifica perche’ le rete di trader umani e computer globalmente interconnessa, o quanto la letteratura accademica definisce sistema di sistemi socio-tecnologici, cioe’ una mescolanza interconnessa di persone e sistemi computerizzati adattativi che interagiscono l’uno con l’altro, dove il sistema globale e’ composto di entita’ costituenti che sono esse stesse sistemi interamente dipendenti, senza un coordinamento ed una gestione centralizzata.

In conclusione, tali sistemi sono cosi’ radicalmente differenti dai tradizionali sistemi ingegnerizzati che non vi e’ la ben che minima scienza affermata o insegnamento di ingegneria che ci permetta di capire come gestire e controllare tali super-sistemi. La ricerca sino ad ora non fornisce alcuna evidenza diretta che l’High Frequency Trading basato sui computer abbia incrementato la volatilita’. Tuttavia, in alcune specifiche circostanze, cicli di feedback che si auto rinforzano all’interno di processo di gestione e controllo ben intenzionati possono amplificare i rischi interni e portare ad interazioni e risultati indesiderati. Questi cicli di feedback possono coinvolgere i sistemi di gestione del rischio e possono essere guidati da cambiamenti nel volume e nella volatilita’ del mercato, dalle notizie e dai ritardi nella distribuzione dei dati di riferimento (prezzo, denaro, lettera, ecc.). Una seconda causa di instabilita’ di mercato e’ di carattere sociale: la normalizzazione  della devianza introdotta in questo articolo, un processo oggi riconosciuto come un importante pericolo nell’ingegneria dei sistemi critici come l’areonautica militare e civile, e l’astronautica, che puo’ certamente influenzare i sistemi di trading computerizzati.

Questo articolo e’ apparso nella mia Newsletter gratuita che ho inviato domenica 2 Dicembre, 2012. Se ritenete quest’articolo interessante vi prego di condividerlo con amici e colleghi trader.

Anche questa settimana inviero’ il mid-week update con una video analisi del Dollar Index, del cambio Euro-Dollaro e dell’indice S&P500 (potete trovare qui l’sempio publicato il 7  Novembre, disponibile solo in lingua inglese), con incluso un aggiornamento dei piani di trading per l’Euro e l’indice S&P500. Per riceverlo leggete qui sotto e sottoscrivete la Newsletter gratuita. Grazie.

La newsletter normalmente contiene vari articoli che includono: una video-review del fine settimana sul cambio Euro-Dollaro e altre coppie forex (FibStalker View on Currencies), indici o commodities, articoli riguardanti il mio metodo di trading, commenti al mercato, piani di trading per l’Euro ed S&P500 e anche articoli, come quello appena letto, relativi all’HFT e Program Trading. Potete registrarvi qui per ricevere la newsletter gratuita settimanalmente, cosi’ da poter leggere i prossimi articoli su program trading e HFT. Normalmente non pubblico tutti gli articoli sul blog.

Sottoscrivete la mia Newsletter gratuita per ricevere idee e setup su forex, azioni e futures, imparare di piu’ sul mio metodo di analisi e trading e sulle modalita’ con cui analizzo il prezzo.

Thank you for subscribing should you decide to do so. Lots of other people are doing the same.

Leave a comment

Filed under Articles, Italiano (Italian language), Program Trading, Trading Method

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s