Tag Archives: articolo

Articolo: Gli effetti dell’High Frequency Trading (HFT) sui mercati e sul Program Trading – Abstract (Italian Language)

In questo post presento l’abstract dell’articolo che sto scrivendo per il giornale istituzionale della SIAT (Societa’ Italiana di Analisi Tecnica), capitolo italiano dell’IFTA (International Federation of Technical Analysts). Ho gia’ scritto una serie di articoli e post sull’argomento HFT (che trovate piu’ sotto), e continuero’ a studiare approfonditamente e a scrivere su questo argomento.

L’articolo di cui riporto l’abstract qui sotto si intitola: “Gli effetti dell’High Frequency Trading (HFT) sui mercati e sul Program Trading

Abstract: L’High Frequency Trading (HFT), com’è noto, è molto diffuso sia in Europa che nei mercati Nord Americani, con stime di volume totale trattato che vanno dal 50% al 75%. Putroppo gli effetti dell’HFT sul mercato sono piuttosto negativi, specialmente nelle ripetute ed immancabili situazioni di stress, durante le quali gli effetti sul prezzo si compongono e moltiplicano. L’articolo descrive gli effetti dell’HFT sul mercato soffermandosi, in particolare, sulle cause di instabilitá del mercato sociali e  tecniche, sulla modifica della struttura del prezzo e sulle conseguenze nel comportamento dei trader professionisti. La presenza dell’HFT influenza anche l’efficacia del Program (o Algorithmic)Trading – anch’esso basato sull’utilizzo di metodi computerizzati — ma alcuni di questi algoritmi presentano effetti stabilizzanti sul mercato. Una parte del Program Trading, infatti, quello cui si fará riferimento, è basato su regole di causa-effetto che reagiscono a ben determinati livelli di prezzo. Tali regole sono evolute negli anni per adeguarsi perfettamente alle tipica risposta psicologica dei trader, presi come gruppo aggregato, che garantisce uno sviluppo del prezzo ordinato sui mercati caratterizzati da alti volumi. La presenza dell’HFT disturba i mercati, cui non e’ permesso funzionare correttamente causa la modifica della struttura del prezzo. L’emergere di una struttura debole del prezzo per via della presenza dell’HFT genera dinamiche che non permettono di ricompensare i trader che forniscono liquiditá al mercato, ma premiano solamente timing di ingresso perfetti, molto difficili da realizzare. L’ultima parte dell’articolo considera le possibili evoluzioni dell’HFT, anche in ambito tecnologico, e come i trader professionisti e retail possano difendersi dalla presenza dell’HFT se, come sembra, una piu’ decisa ed efficace regolamentazione del fenomeno non sará intrapresa dagli enti preposti.

Qui sotto la lista degli articoli pubblicati, in ambito HFT, sino ad ora:

Questi articoli sono apparsi nella mia Newsletter gratuita che invio ogni fine settimana ai miei sottoscrittori. Se ritenete quest’articolo interessante vi prego di condividerlo con amici e colleghi trader.

Anche questa settimana inviero’ il mid-week update con una video analisi del Dollar Index, del cambio Euro-Dollaro e dell’indice S&P500 (potete trovare qui l’sempio publicato il 7  Novembre, disponibile solo in lingua inglese), con incluso un aggiornamento dei piani di trading per l’Euro e l’indice S&P500. Per riceverlo leggete qui sotto e sottoscrivete la Newsletter gratuita. Grazie.

La newsletter normalmente contiene vari articoli che includono: una video-review del fine settimana sul cambio Euro-Dollaro e altre coppie forex (FibStalker View on Currencies), indici o commodities, articoli riguardanti il mio metodo di trading, commenti al mercato, piani di trading per l’Euro ed S&P500 e anche articoli, come quello appena letto, relativi all’HFT e Program Trading. Potete registrarvi qui per ricevere la newsletter gratuita settimanalmente, cosi’ da poter leggere i prossimi articoli su program trading e HFT. Normalmente non pubblico tutti gli articoli sul blog.

Sottoscrivete la mia Newsletter gratuita per ricevere idee e setup su forex, azioni e futures, imparare di piu’ sul mio metodo di analisi e trading e sulle modalita’ con cui analizzo il prezzo.

Thank you for subscribing should you decide to do so. Lots of other people are doing the same.

Leave a comment

Filed under Articles, Italiano (Italian language), Program Trading, Research Paper, Trading Method

Gli indici azionari Americani sono destinati a crollare? (Italian Language)

Salve,

l’articolo riportato qui sotto e’ apparso nella mia Newsletter del 4 Novembre 2012 (al termine dell’articolo potete scoprire come sottoscrivere la Newsletter gratuitamente):

‘Come notato nell’articolo relativo all’analisi del Dollar Index ci sono opinioni differenti su come si muovera’ il mercato — in questa fase — come spesso accade. Certamente c’e’ speranza che la QE3 iniziata dalla FED alcune settimane fa riuscira’ a invertire il prezzo dei mercati e a continuare a muoverli verso l’alto. Tuttavia la risposta del prezzo al rapporto sui posti di lavoro in America dello scorso venerdi 2 Novembre (da molti considerato troppo buono per essere vero) e’ stata quella di riprendere a muoversi verso il basso. Mentre ci sono gruppi di partecipanti nel mercato che pensano che la QE3 salvera’ davvero i mercati, il comportamento di altri professionisti dimostra una corsa alla sicurezza, cioe’ il continuato acquisto di titoli del tesoro Americano a 30 anni e vendita di futures sull’S&P500 per l’hedging delle posizioni esistenti al rialzo e quelle stabilite ad inizio del mese di Novemebre.In tutto cio’ , la cosa che sembra fuori luogo e’ la direzione dell’Euro. L’Euro si trova attualmente in un movimento correttivo verso il basso, verso il successivo livello di supporto (1.2820 oppure 1.2630), all’interno di un mercato di lungo termine rialzista. Dal livello di supporto dovrebbe quindi partire la successiva gamba al rialzo. Si avra’ quindi bisogno di una divergenza tra prezzo del cambio Euro e indice S&P500, se l’Euro dovesse incominciare a muoversi verso l’alto, come atteso, mentre gli indici azionalri Americani si muoverebbero al ribasso, insieme al Dollar Index (tipicamente i mercati azionari Americani si muovono in direzione contraria a quella del Dollar Index).

Tuttavia gia’ in passato abbiamo avuto divergenze tra il prezzo dell’Euro e dell’indice S&P500 che, normalmente (10 mesi l’anno), tendono a  muoversi nella stessa direzione, quindi non c’e’ motivo di credere che non possa accadere di nuovo. Tipicamente l’inizio di questa divergenza e’ stata osservato proprio in questo periodo dell’anno, all’inizio del mese di Novembre. Non sono totalmente certo, tuttavia, che questa divergenza si presentera’ ancora quest’anno. In questo momento siamo vicini ad un setup al rialzo sul timeframe intermedio per l’Euro nell’area 1.2620-30 e la possibilita’ di una divergenza.

Se la divergenza tra cambio Euro-Dollaro ed indice S&P500 dovesse presentarsi anche quest’anno allora una possibile scenario potrebbe essere il seguente:

  • il Dollar Index si muoverebbe verso il basso (ma solo dopo aver completato il ciclo attuale al rialzo)
  • l’indice S&P500 (assieme agli indici azionari mondiali) si muoverebbe al ribasso insieme all’indice Dollar Index (e non al rialzo come accade normalmente quando l’indice S&P500 scende, per via della divergenza menzionata)
  • il cambio Euro-Dollaro si muoverebbe al rialzo (in linea con le indicazioni ed analisi del mio Metodo di Trading)

In questo scenario l’Euro-Dollaro si muoverebbe in ogni caso nella direzione opposta a quella del Dollar Index. Un’importante differenza con il passato e’ il fatto che questa volta QE3 e’ stata rilasciata vicino a ai massimi del mercato. Mentre infatti nel passato le precedenti azioni di QE sono state introdotte quando il mercato era gia’ in discesa. Dunque sembra che quest’anno l’introduzione della QE3 sia stata ingegnerizzata in un modo tale da non sembrare molto efficace nel proteggere i prezzi da una discesa libera.

Alcuni autori, trader e analisti sono piuttosto estremi con riferimento al terribile, movimento intermedio atteso per l’S&P500. L’imagine qui sotto presenta una proiezione del crollo finanziario che porterebbe il prezzo dell’S&P500 verso il basso in area 565, alla base del canale:

(Click qui per allargare l’immagine)

Naturalmente non sappiamo che cosa il prezzo fara’ ma siamo vicini ad un setup al rialzo dell’Euro sul timeframe intermedio e la divergenza tra Euro e indici azionari americani, cui abbiamo assistito negli ultimi 4 anni nel periodo Novembre-Dicembre, potrebbe presentarsi di nuovo. Forse questo movimento verso il basso dell’S&P500 sara’ limitato alla sola area 1130-1160, tuttavia e’ possibile che il prezzo continui a muoveri verso il basso (come mostrato nella figura sopra). Dopo tutto l’economia mondiale non e’ affatto in salute, ma piuttosto nel pieno di una crisi che dura da 4 anni e i prezzi delle azioni sono ai massimi degli ultimi 3-4 anni. Inoltre l’analisi della struttura del prezzo nell’indice S&P500 mostra la possibilita’ di ulteriori vendite. Vedremo che cosa ci portera’ l’azione del prezzo.’

Ho accompagnato l’articolo qui sopra con una video analisi dell’Euro-Dollaro FX futures e del Dollar Index utilizzando il mio metodo di analisi.

Redico settimanalmente una newsletter gratuita nella quale fornisco video review del fine settimana, il piano di trading per l’Euro ed informazioni di dettaglio sui setup di trade nel forex (prima che avvengano). La newsletter viene di solito spedita la domenica ed include materiale didattico, articoli, video review settimanali ed altre informazioni che non condivido sul Blog. Ai sottoscrittori invio anche un mid-week  update sul piano di trading dell’Euro, solitamente a meta’ settimana. Per registrarsi compilare il relativo modulo o fate click sull’immagine qui sotto.

Vi ringrazio in anticipo se deciderete di sottoscrivere la newsletter. Molte persone lo hanno gia’ fatto.

Se decidete di operare sulla base delle informazioni qui fornite siete invitati a fare le vostre ricerche, consultare un professionista di trading e investimenti e comprendere profondamente tutti i rischi coinvolti. L’informazione e’ qui fornita a scopo educativo. Siete pregati di leggere il Disclaimer e accettare tutti i rischi.

Se il contenuto di questo Blog risulta utile o interessante, raccomandatelo ai vostri amici e conoscenti. Se avete suggerimenti su come migliorarlo, vi prego di lasciare un commento qui sotto. Grazie molte.

Buona serata.

Leave a comment

Filed under Articles, English language, Newsletter, Trading Plan, Weekly review